Bilancia:

Diet weight loss

martedì 11 dicembre 2012

Ritorno in società...


Ciao ragazze!
Voglio ringraziarvi per il sostegno. Dopo l'abominevole abbuffata di ieri sera, ho ripreso in mano la situazione. Di solito ci metto giorni, settimane, per riprendere il controllo. Vi ringrazio veramente, sono rimasta motivata e determinata solo per merito vostro.

Domani ritorno a scuola. Non ho più la scusa dell'influenza o quella dell'occupazione, domani dovrò tornare in classe, fra i compagni e i professori che non vedo da settimane.  Sono agitata, forse un po' spaventata. Stavo così bene rintanata fra le mura di casa mia; e domattina dovrò alzarmi alle 6 e affrontare il mondo. Forza, Kinney, forza, lo fanno tutti ogni santo giorno. Ce la farai anche tu. Esci da questa camera e costruisciti una vita felice.


D.A. di oggi:
Colazione: Latte e Kellogg's Corn Flakes
Spuntino : Mandarino
Pranzo: Stelline in brodo + Pezzo di focaccia ripiena
Spuntino 2: Arancia
Spuntino 3: Tazza di tè
Cena: Petto di pollo alla piastra + Carote e sedano
Spuntino 3: Mela
Spuntino 4: Tazza di camomilla

domenica 9 dicembre 2012

Settimana 1


È passata una settimana da quando ho iniziato la dieta: oggi era il giorno della pesata. 
50 kg. Stamattina non volevo crederci. Sì, sì, lo so, ho perso più che altro liquidi, non ho perso realmente molto peso, nelle prossime settimane scenderò mooolto più lentamente, non devo gasarmi, eccetera… Però, cavolo, 5 kg in una settimana semplicemente tagliando tutti le merendine pomeridiane è notevole!!

La gita a Firenze è stata molto bella, la città è splendida, avrei voluto avere più tempo per visitarla.
Il tizio con cui mi sono data appuntamento si chiama Andrea, ha 35 anni e viene da Roma. L'ho conosciuto tramite FB. Dovete sapere che gestisco una pagina dedicata al cinema horror (sì, ho questa strana passione), che mi mette in contatto con gli amanti del genere. Non è il primo utente della pagina che accetto di incontrare, mi diverto sempre molto in queste situazioni.
È incredibile, mi sento più a mio agio in mezzo a persone praticamente sconosciute che fra i miei compagni di classe.

Oggi sono stata un merda. Mi sono abbuffata, non so cosa mi sia preso, non ce l'ho fatta. Prima che me ne rendessi conto avevo lo stomaco pieno di tigelle. Non riesco a vomitare. Cazzo, cazzo, stava andando così bene! Perché devo sempre rovinare tutto? Mi faccio schifo. Ho paura di non riuscire a riprendere il controllo di me dopo questo episodio... Insultatemi, vi prego.

venerdì 7 dicembre 2012

Fuga a Firenze


E poi boh,  ho voglia di evadere da questa camera, da questa vita.
Domani prendo il treno e vado a Firenze ad incontrare un tizio conosciuto online, con cui visiterò la città e, se è aperto, il Museo dei Serial Killer. Senza che nessuna sappia nulla.
Certe volte credo di essermi bevuta il cervello.

Se non mi hanno caricata su furgone, rapita e uccisa, domenica vi racconto com'è  andata ^_^



D.A. di oggi:
Mi sento un po' in colpa perché ho mangiato fuori dal programma qualche biscottino fatto in casa, pazienza…
Colazione: Pavesini
Pranzo: Maccheroni in bianco + Finocchio + 2 mandarini
Cena: Petto di pollo + Carote crude + Mela
Extra: 3 biscotti

Un bacio a tutte e buon weekend

giovedì 6 dicembre 2012

Autocontrollo


Il momento più pericoloso per la dieta è quando mi trovo in casa da sola.
Oggi è capitato, e puntualissimo, è arrivato il feroce bisogno di mangiare. No, no, non era "bisogno", era semplice "desiderio"; non avevo fame, volevo solamente ingurgitare tutti quello che trovavo. Sono entrata in cucina con la bava alla bocca, autocontrollo azzerato, pensando solamente al cibo: "allora, ci sono un panettone, biscotti, cracker, pavesini, brioche, e una baguette fresca fresca nella dispensa, mentre in frigo yogurt, kinger pinguin,  gelato…  Mh, sì, comincio con il gelato. Tanto dopo vado a vomitare".

NO! Sono tornata in me quando avevo già le mani sulla vaschetta di stracciatella.
Ho preso una mela e sono fuggita in camera, dove sono rimasta fino a cena.
Lo so, sembra una cazzata, ma mi sento un eroe. Oggi ho vinto io.


D.A. di oggi:
Colazione: Pavesini e tè
Pranzo: Spaghetti con burro + 2 mandarini
Spuntino n1: Tazzone di tè (più un piccolissimo assaggio di strudel alle mele)
Spuntino n2: Mela
Cena: Pastina in brodo + 2 mandarini 

mercoledì 5 dicembre 2012

Gelosia




Sto da più di 3 anni con un ragazzo, e per la prima volta ho scoperto di essere gelosa. Davvero, davvero, gelosa di lui. Troppo, comincio a fare fatica per nasconderlo.
Ci vediamo solo il weekend,  nel corso della settimana ci sentiamo per telefono.  Lui mi racconta tutto, di come a scuola siano già tutti in fermento per la maturità, dei lavori di gruppo che è costretto a svolgere a casa di amici, di come abbia deciso di partecipare all'Open Day insieme a dei suoi compagni, dal fatto che aiuti suo padre in ufficio, delle sue corse nel parco vicino casa per allenarsi in vista della campestre.
E io me lo immagina fra le gente, ridere con i suoi compagni di classe, scherzare con le sue amiche, le sue bellissime amiche, mentre loro se lo squadrano dalla testa ai piedi con un sorrisetto stampato in faccia.

Mi domando cosa gli passi per la testa. È un bel ragazzo, simpatico e solare,  so  che in molte lo apprezzano e ci starebbero volentieri assieme. E sono tutte così belle, ridacchianti e sicure di sé.  Dio quanto le odio. Forse lui ogni tanto ci pensa a mollarmi e spassarsela con una di loro. E non sarebbe da biasimare.
È che ultimamente si comporta in maniera così fredda. Non mi chiama (vabbè, non avrà tempo…), non vuole che lo vada a trovare a scuola (vabbè, è sempre impegnato, con tutto quello che ha da fare…), non mi dice "Ti amo" (vabbè… ci sarà un motivo anche per questo). Si sta allontanando da me. Sono affranta perché non riesco a provi rimedio.
In molte mi avete consigliato di lasciarlo, ma... non posso farlo... È dura ammetterlo, ma lui è tutto quello che mi rimane, è il mio punto di riferimento. Senza di lui sarei completamente sola al mondo ed il pensiero mi spaventa. Ma non credete che stia con lui solo perché non ho nessun altro, sono veramente innamorata.
Un giorno le cose andranno bene, ne sono certa, uscirò da questa situazione.

Poi, pensandoci, forse la mia non è solo la gelosia di una ragazza nei confronti del fidanzato, è anche invidia: lui ha una vita dinamica, piena, faticosa ma felice. Lui i problemi li affronta. Poi guardo alla mia di vita: reclusa nella mia camera, depressa e sola. Ma lui non lo sa, non voglio che lo sappia. Gli dico che vado a scuola, che ho amici e che mi  diverto.
Vorrei poter essere come lui, un giorno. Un vita normale, chiedo troppo?



Ho sognato che il mio ragazzo mi tradiva con Elena, una  procace e truccatissima bionda che gli sbava dietro da mesi. Nello stesso sogno, mio fratello era diventato un spacciatore eroinomane ; mio padre era decrepito e non si riusciva ad alzare dal letto, e io baciavo uno sconosciuto in stazione, ed era un bacio bellissimo. Non so che voglia dire tutto questo, ma mi ha colpito.

Il mio D.A. di oggi:
Colazione: tazza di tè
Spuntino: 2 mandarini
Pranzo: 60g di riso basmati con olio; 2 cracker
Spuntino n°2: Mela
Spuntino n°3: tazzone di tè
Cena: Petto di pollo e qualche carota cruda
Spuntino n°4 (sì, faccio un mucchio di spuntini :3): Arancia

Un bacio a tutte

martedì 4 dicembre 2012

55 kg di complessi



Questa sono io. Voi non mi conoscete, io non conosco voi, ma provo ugualmente tanto imbarazzo a mostrare così il mio corpo. Che disastro, eh? E dire che una volta ero magra magra.
Voglio cambiare e sono determinata a farlo. Voglio un fisico snello e longilineo e, per la miseria, questa volta ce l'avrò.


La mia dieta
Dico subito che non seguirò la dieta skinny, l'ABC, o cose simili. Troppo dure per me, cederei nel giro di 2 giorni... Non voglio fare digiuni o patire la fame.
Cerco di mangiare meno e meglio, senza privarmi completamente dei dolci, perché so già come andrebbe a finire se ci provassi… Abbuffate. Seguite da vomito. E questa volta devo evitare situazioni del genere.
Bevo tanto e sono decisa a fare attività fisica almeno 5 giorni a settimana
E poi sto imparando ad ascoltare il mio organismo: mangio quando ho fame, assaporando ogni boccone, e smetto quando sono sazia. E ho scoperto che mi sazio in fretta!! Nella mia vita ho sempre mangiato più del dovuto, più di quello che il corpo mi chiedeva… Sapete, no, fin da bambini ci insegnavano a "finire tutto quello che c'è nel piatto", anche quando avevi la pancia piena e non ne volevi più. Niente di più sbagliato. 
Sicuramente non dimagrirò velocemente come molte di voi, ma infondo non ho molta fretta…

Ah, altra cosa: mi peserò SOLO una volta a settimana. Salire sulla bilancia mi stressa veramente, e non voglio esserne ossessionata… Quindi, nulla, guarderò quei maledetti numeretti il più di rado possibile.
Voglio prendere questa dieta con serenità, credo sia l'unico modo per farcela davvero.

Vi ringrazio tutte per i commenti che mi lasciate, veramente, mi state dando più conforto e aiuto voi di quanto facciano amici e parenti…
Non ci conosciamo ancora molto, ma già mi sento legata a molte di voi... Forse per il fatto che mi identifico in tutto quello che scrivete.

Un abbraccio

lunedì 3 dicembre 2012

Nuovo liceo


Sono stata bocciata l'anno scorso.
Ho cambiato scuola e la cosa non mi è dispiaciuta affatto. Tutt'altro.
Mi sono lasciata alle spalle i professori e i compagni con cui condividevo la classe da 4 anni. 4 anni e mai, una sola volta, mi sono minimamente sentita legata a uno di loro.
Ora non li sento più, né per telefono, né per chat. Come se non fossero mai esistiti.
Mi sono isolata al punto da rifiutare qualunque contatto. Non so  perché.  Sono semplicemente un'asociale del cazzo, ecco cosa sono.
 In classe ho sempre allontanato da me tutti quanti.
C'era un ragazzo Marco, ricordo che mi avevo chiesto più di una volta di andare al cinema insieme. Mai accettato. Dario che mi invitava alle feste nel weekend; Giacomo mi chiamava al suo compleanno. E alla fine si sono stancati dei miei rifiuti e hanno smesso di chiamarmi. 
Non ho mai incontrato nessuno di loro al di fuori delle mura della scuola.

Cavolo, mi sembra di ricordare un'altra vita, è come se fossero passati secoli dall'ultima volta che ho messo piede nel mio vecchio liceo.

Ora sono nella nuova scuola. Non capita a tutti la possibilità di ricominciare da zero. Io l'ho avuta. Posso essere chi voglio ora, nessuno mi conosce.
Cerco di tenermi meglio, vestendomi con più cura, cerco di mostrarmi sorridente e sicura di me, parlo e rido spesso: sto recitando, e spero solo di farlo bene.


Era partita bene la cosa... Già il primo giorno di scuola ero uscita a pranzare con alcuni dei miei nuovi compagni. Nella vecchia scuola, in 4 anni non ero mai uscita con nessuno, e qui, il primo giorno, mi ritrovo al Mc con dei nuovi amici. Da non crederci. 
Basta fingere un sorriso e piaci alla gente, devo annotarlo.

Ma sto già rovinando tutto. Cazzo, cazzo, cazzo. Perché lo faccio maledizione? Dio, perché amo rovinarmi la vita?
Sono a casa da tanto, tanto, tempo. Sono ammalata, non voglio tornare a lezione. Ammalata tra virgolette. Fingo di stare male per non dover tornare a scuola. È come se volessi rimanermene chiusa in questa dannata stanza per tutta la vita. Ho paura, non so di che cosa. Le cose stavano andando così bene… Piacevo ai professori e ai miei compagni, perché sto cercando di nuovo di isolarmi? Non lo so, non lo so perché lo faccio. Ora sono indietrissimo con le verifiche, e non sento i miei compagni dalla settimana scorsa.
Vorrei solamente avere qualche amico, ma cerco a livello inconscio la solitudine.
Non mi capisco.



Aspetto invano tue notizie


Chiamami, brutto figlio di puttana. Chiamami.
Perché devi costringermi a mendicare la tua attenzione?
Perché non te ne frega più nulla di me?
Perché mi fai sentire così sola?
Mi sento un'idiota. Sono tre anni che stiamo insieme; io innamorata come il primo giorno, tu chiaramente stanco di me. Avessi almeno il coraggio di dirmelo: "Sì, micia, non ho più voglia di frequentarti". Almeno mi metterei il cuore in pace.
Invece no, devi trascinare questa relazione dietro di te come un peso morto.
Io ti amo ancora, tesoro. La tua indifferenza mi uccide. 


domenica 2 dicembre 2012

Inizio


È più di un anno che non scrivo. Ero felice di aver aperto questo blog, ma l'ho abbandonato in fretta. Mi stanco presto delle cose, sono sempre così incostante, è per questo che non riesco mai in nulla…
Ho solo bisogno di sfogarmi, tenermi tutto questo male dentro mi sta avvelenando. 
È stato un anno tremendo questo, il peggiore della mia vita. Sono stata bocciata, la mia famiglia mi odia e non ho amici. Non sono mai stata così sola. E fa male.
La cosa peggiore è sapere che è solo colpa mia. Mi sto rovinando l'esistenza con le mie mani.
È il mio aspetto. Se solo fossi più bella, più magra…

Invece no, sono complessata fino al midollo e mi chiudo in casa per la vergogna.
Cazzo, sono veramente stanca di tutto questo.
Sono giovane, sono forte, posso farcela. Voglio essere felice anch'io 

Thinspiration

Lotta in silenzio.

Elenco blog personale